Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Greenpeace all’assalto di una petroliera russa a Siracusa, la protesta sulla fiancata della nave con i colori dell’Ucraina

La manifestazione si è svolta oggi pomeriggio con il supporto della nave Rainbow warrior III

A bordo di due gommoni, gli attivisti di Greenpeace, hanno protestato contro una petroliera di fronte alla baia di Santa Panagia, vicino a Siracusa. La petroliera “Scf Baltica“, secondo quanto riporta l’organizzazione ambientalista, sarebbe salpata l’1 aprile dal porto russo di Primorsk con un carico di 110 tonnellate di greggio. I manifestanti oggi pomeriggio hanno scritto “Peace not oil” (Pace non petrolio) sulla fiancata della nave con i colori blu e giallo dell’Ucraina. I responsabili hanno scritto sui propri canali social: «Bisogna abbandonare tutte le fonti fossili che alimentano guerre e cambiamenti climatici». La manifestazione si è svolta con l’aiuto della nave “Rainbow warrior III“. Non è la prima azione della Rainbow warrior, anche lo scorso mese aveva manifestato contro la stessa petroliera nel mar Baltico.


«La dipendenza energetica da petrolio, gas fossile e carbone alimenta conflitti e guerre in tutto il mondo oltre che – ha dichiarato Federico Spadini, della campagna clima di Greenpeace Italia – essere la principale causa dei cambiamenti climatici e della devastazione ambientale del nostro Pianeta». Spadini ha poi denunciato quella che a suo avviso è l’ipocrisia dell’Unione Europea: «Da un lato condannano l’invasione russa dell’Ucraina, dall’altro continuano a finanziare il conflitto attraverso l’acquisto di combustibili fossili, che significa nuove entrate per le casse del governo di Putin». Secondo le stime di Greenpeace, infatti, gli stati membri hanno speso dall’inizio della guerra oltre 33 miliari di euro per importazioni di gas fossile, petrolio e carbone dallo stato russo. Secondo Spadini «l”Unione europea deve investire in una transizione energetica basata su fonti rinnovabili, infrastrutture di distribuzione efficienti, risparmio energetico per le abitazioni e il settore industriale »


Leggi anche: