Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Da calciatore a escort: arrestato per rapina il 21enne Idriss Ben Moussa

Il giovane ha tentato di rubare a un cliente mille euro, delle cuffie e un Rolex. Processo per direttissima

Idriss Ben Mousse, 21 anni, ex calciatore della Fiorentina e presunto escort è stato arrestato con l’accusa di rapina. È successo giovedì, 4 agosto, nel quartiere Parioli di Roma quando Mousse ha tentato di derubare un cliente durante un incontro a pagamento. I due si erano incontrati su un sito d’incontri. Mousse vive a Firenze, ma quel giorno ha preso il treno e ha raggiunto la Capitale. Secondo quanto emerso, da subito il clima era teso, tanto che la prestazione, dal valore di 100 euro, è saltata. I due sono così tornati in macchina, ma qui l’ex calciatore nota una busta nel cruscotto con dentro mille euro, delle cuffie dell’iPhone e un orologio Rolex.


La dinamica della rapina

Ben Mousse chiede al ragazzo di comprargli delle sigarette e, quando lo vede scendere dall’auto, tenta di rubargli il tutto. Ma il cliente se ne accorge e nasce un’accesa discussione, condita da minacce. Intervengono gli agenti di Prati che si accorgono della situazione. Il 21enne tenta la fuga, ma non va a buon fine e viene arrestato. Al fermo viene trovato con le cuffie dell’iPhone in tasca, oltre al Rolex e 250 euro del cliente. Processo per direttissima. Il giudice lo grazia e torna libero, su richiesta del pm Mario Pesci. Mousse ha riferito che la prossima settimana avrà un incontro per firmare un contratto da professionista con la Fiorentina. «Non sono un escort, mi sono iscritto al sito perché volevo un incontro. I soldi? Li ho presi, ma è stata una decisione del momento». Sono questi i suoi chiarimenti a seguito dell’accaduto, secondo quanto riporta il Corriere della Sera.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: