Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Gas, Mattarella a Tirana: «Contro la crisi impegno collettivo». Begaj: «Tap strategico per la diversificazione» – Il video

Il capo dello Stato ha poi aggiunto: «Senza Albania il percorso di unificazione dell’Europa è incompleto»

La guerra in Ucraina continua a destare «grande preoccupazione». L’Italia, però, «continua a mantenere grande sostegno a Kiev» e ritiene «che sia necessario mantenere una forte pressione attraverso le sanzioni per superare questa sciagurata situazione bellicista della Russia». Queste le parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, pronunciate a Tirana durante una visita istituzionale in Albania. «Speriamo in un negoziato che porti alla pace», ha aggiunto il capo dello Stato. «L’accordo per il trasporto del grano ucraino è un buon segnale». Per quanto riguarda il contrasto alla crisi energetica, Mattarella ha precisato che la situazione di emergenza «richiede un grande impegno collettivo», soprattutto per ridurre i nostri consumi energetici e, di conseguenza, la nostra dipendenza dalla Russia. «Questa guerra nel continente europeo è una delle sfide», ha aggiunto. «Questa sciagurata guerra mette a rischio anche la lotta al cambiamento climatico».


«Sappiamo tutti bene che il futuro dell’Albania è in Europa. E senza i Balcani occidentali il processo di unificazione dell’Europa sarebbe incompleto», ha detto Mattarella parlando del rapporto tra i due Paesi. «L’Italia sarà sempre a fianco dell’Albania nel prossimo percorso. C’è una grande sintonia, amicizia e collaborazione». Alle parole del capo dello Stato hanno fatto eco le dichiarazioni del presidente albanese Bairam Begaj. «Nel suo percorso atlantico, l’Albania è fortunata ad aver trovato un paese amico come l’Italia, che ha avuto sempre come priorità l’integrazione dei Balcani occidentali nella Ue. Il suo aiuto è stato insostituibile», ha detto Begaj. «Ho assicurato il presidente che noi vogliamo maggiore cooperazione economica. Il Tap ha un peso strategico per l’intera area nel campo della diversificazione dell’energia».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: