Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Benjamin Giorgio Galli, insulti social al varesino morto in Ucraina: «Babbeo, lottava solo per farsi i selfie»

La risposta della sorella agli hater: «Ben era un’anima pura»

«Mercenari di qui o di là, non c’è ideale se non il soldo». Oppure: «Questo stava lottando per fare il figo e per i selfie. I miei compagni alpini sono morti per la libertà, non come questo babbeo». Sono solo alcuni dei commenti e degli insulti comparsi sulla pagina Facebook di Benjamin Giorgio Galli, il 27enne varesino morto ieri a Kiev, dove si era unito all’esercito ucraino. La notizia della sua scomparsa è stata accolta da centinaia di commenti di amici e conoscenti, che hanno voluto salutare «Ben» e ringraziarlo «per il suo coraggio». La sezione commenti della ultima fotografia postata su Facebook, però, ha attirato anche decine di hater. Da chi lo definisce «babbeo» a chi commenta ironicamente «Vedi cosa ti succede a voler fare birdwatching?». Un altro utente risponde a chi lo definisce un eroe con queste parole: «Ma chi ve lo dice che riposerà in pace un mercenario che viola la legge. Al posto di finire al gabbio ti sei ritrovato in orizzontale con gli ucretini nazisti». La vicenda ha suscitato la rabbia anche della famiglia di Ben, costretta a leggere decine di insulti e commenti ironici anche nei giorni di più grande dolore. «Ben era un’anima pura – ha risposto la sorella agli hater – Ha scelto di andare in ucraina per aiutare le persone e non spinto da ideali politici».


Facebook | Alcuni degli insulti comparsi sulla pagina Facebook di Benjamin Giorgio Galli
Facebook | La risposta dei familiari di “Ben” ai commenti degli hater

Foto di copertina: Facebook


Continua a leggere su Open

Leggi anche: