Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La proposta di FdI: «Ora museo vittime di terrorismo italiano come quello dell 11/9 a New York»

Cerimonia per l’anniversario della morte di Mario Zicchieri, ucciso 47 anni fa mentre apriva la sezione del Msi del quartiere romano Prenestino. Tra i partecipanti il deputato Federico Mollicone e il vicepresidente della Camera, Fabio Rampelli

A Roma è stata commemorata la morte di Mario Zicchieri, militante del Fronte della Gioventù ucciso 47 anni fa mentre apriva la sezione del Movimento Sociale Italiano di via Erasmo Gattamelata, nel quartiere Prenestino. «La ricorrenza della tragica morte del militante Mario Zicchieri, vittima del terrorismo, non è solo memoria ma viva necessità di azione di chiusura dell’infinito dopoguerra italiano», ha dichiarato il deputato di Fratelli d’Italia Federico Mollicone che propone l’apertura di un Museo per le vittime del terrorismo e delle Stragi. A suo avviso, è fondamentale per «raccontare la strategia della tensione, la guerra civile interna tra destra e sinistra, e il dopoguerra italiano, ricordando tutte le vittime, di destra e di sinistra, e delle forze dell’ordine». Mollicone se lo immagina con percorsi digitali ed esperienziali, per avvicinare anche i più giovani: «Un museo dove la storia tragica del dopoguerra possa essere onorata e studiata, come già proposto anche da Pietro Folena, anche tramite l’acquisizione di documenti delle commissioni d’inchiesta, sul modello del memoriale dell’11 settembre a New York e del nuovo modello crossmediale sull’esempio della casa del terrore di Budapest». Alla cerimonia per Zicchieri era presente anche il vicepresidente della Camera Fabio Rampelli (FdI).


L’appello alla sinistra: «Basta fantocci a testa in giù»

Da Fratelli d’Italia fanno sapere che «il presidente del Municipio V Mauro Caliste ha deposto una corona di alloro presso la targa commemorativa. Come ogni anno porteremo il nostro saluto a ‘cremino’ al Giardino di Piazza dei Condottieri che abbiamo fatto intitolare a lui. Un gesto significativo nella deposizione della corona di alloro, poiché compiuto dal presidente di Municipio che non è un esponente di FdI». A parlare sono il coordinatore romano di FdI e deputato Massimo Milani e il consigliere del V municipio Daniele Rinaldi, sempre di Fratelli d’Italia, i quali rivolgono un appello alla sinistra: «Basta odio, basta rivangare un passato che vogliamo cambiare, basta fantocci appesi a testa in giù come abbiamo visto in questi giorni tra gli studenti in protesta con le figure dei presidenti delle Camere».


In copertina: L’inaugurazione del giardinio Mario Zicchieri, 2014 | Ansa

Continua a leggere su Open

Leggi anche: