La disabile condannata a pagare 9.500 euro di multa per un sit in in sedia a rotelle

Giovanna Montrone ha ricevuto un decreto penale di condanna per una manifestazione nei locali della Regione Puglia

Giovanna Montrone dell’associazione “Stop alle barriere” è stata condannata per interruzione di pubblico servizio ed invasione di edificio. Tutto per colpa di una protesta inscenata nei locali della Regione Puglia nel luglio 2021. Ha ricevuto dal pubblico ministero un decreto penale di condanna e una multa di 9.500 euro. Montrone vive su una sedia a rotelle a causa della poliomelite. In un’intervista rilasciata all’edizione barese di Repubblica racconta che aveva inviato alla questura la comunicazione sulla manifestazione: «Noi abbiamo detto che saremmo rimasti finché non ci avessero dato delle risposte e così è stato. Siamo usciti soltanto dopo aver firmato un accordo». Della denuncia lei e altri sette hanno saputo «direttamente con l’arrivo dei primi decreti di condanna, all’inizio di novembre. Ma la prima domanda che mi è venuta in mente vedendo le date è stata: “Questa denuncia l’hanno messa in cima a tutti i fascicoli?”. Ci sono denunce che restano bloccate per anni e noi dopo neanche un anno e mezzo siamo già stati condannati». Adesso dovrà opporsi al decreto: «Ci siamo rivolti a un gruppo di professionisti e sono già al lavoro per presentare ricorso. Ci difenderemo davanti al giudice». Ma non sembra pentita di quello che ha fatto: «Questa per me è una medaglia, ma fra noi condannati ci sono anche persone giovani, che potrebbero partecipare a concorsi pubblici e che con questo procedimento pendente non possono certamente farlo».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: