Forza Italia, lascia il coordinatore dei giovani, Bestetti: «Grazie Berlusconi, ma guardo avanti»

La fuoriuscita era nell’aria già da qualche mese. Il 35enne non era stato candidato alle elezioni politiche: potrebbe aver pagato la vicinanza a Mariastella Gelmini

«Dopo quasi 20 anni di militanza, lascio Forza Italia e i miei ruoli di partito». Inizia così il messaggio di addio di Marco Bestetti, pubblicato su Instagram. Tra il partito e il suo consigliere comunale milanese, il percorso di separazione era iniziato già da qualche mese: «Chi mi conosce sa bene cosa abbia significato, dal punto di vista umano, arrivare a questa decisione», scrive Bestetti. Il quale, contestualmente, si dimette dall’incarico di coordinatore nazionale del movimento giovanile del partito. Ed è nell’attenzione riservata dai vertici forzisti a questo ruolo che si ravvisa uno degli elementi di rottura. In Forza Italia vigeva una prassi secondo cui il coordinatore della giovanile era quasi sempre eletto deputato. Alle politiche dello scorso 25 settembre, invece, Bestetti è stato escluso dalle liste elettorali. Potrebbe aver scontato il passaggio di Mariastella Gelmini, sua madrina politica, ad Azione. Certamente, non è entrato nelle grazie della plenipotenziaria Licia Ronzulli, la quale ha avuto una forte influenza nella compilazione delle liste.


Di tutta risposta, Bestetti ha deciso di non partecipare alla campagna elettorale del partito, invitando altri esponenti della giovanile a fare altrettanto. Open aveva scritto che Bestetti era prossimo a essere sostituito nel coordinamento di Forza Italia Giovani. In quelle ore circolava il nome di Tullio Ferrante come suo possibile successore. Adesso, con l’addio di Bestetti al partito, il cambio alla guida della giovanile sarà inevitabile. «Saluto senza rancore, né rimpianti. Oggi ho però il dovere di guardare avanti – spiega Bestetti -. Ringrazio il presidente Berlusconi per avermi dato il privilegio di poter lavorare al suo fianco e gli riserverò sempre, come gli riservo oggi, grande stima e profondo affetto». Il 35enne milanese, nel suo congedo da Forza Italia del 12 dicembre, fa intendere che non ha intenzione di interrompere la carriera politica: «Voglio prendermi un periodo di riflessione per condividere con gli amici di sempre le giuste modalità per continuare a dare il mio contributo». Benché l’approdo naturale per un ex forzista, oggi, possa sembrare il Terzo polo – Gelmini, per altro, è vicesegretaria di Azione -, non è da escludere che Bestetti possa trasferirsi in Fratelli d’Italia, per continuare a operare nel campo del centrodestra e, chissà, candidarsi alle elezioni regionali lombarde.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: