Un 14enne accusato di aver piazzato un ordigno davanti a un bar nel Napoletano

Il giovane è stato ripreso dalle immagini di videosorveglianza del locale ed è stato identificato

Litiga con il titolare e piazza un ordigno davanti al bar. Sarebbe questa la motivazione – ancora da verificare – che avrebbe spinto un giovane di 14 anni a lasciare vicino alla vetrata di un locale a Camposano, piccolo centro del Napoletano, l’esplosivo di fabbricazione artigianale. Ripreso dalle telecamere di videosorveglianza del locale, il giovane è stato identificato e rintracciato nel rione Gescal di Cicciano dai carabinieri della stazione di Cimitile. Dopo una perquisizione, inoltre, nella sua cameretta è stato trovato un pugnale da combattimento con una lama di ben 26 centimetri. Secondo una prima ricostruzione, il gesto del minorenne – denunciato per detenzione di esplosivi e armi – sarebbe conseguenza di una banale lite con il titolare del bar.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: