Una nuova carovana di migranti è partita dall’ Honduras verso gli Usa

La distanza che separa i due stati è di duemila chilometri. Trump su Twitter: «Solo il muro può fermarli»

Una nuova carovana di migranti partita dall’Honduras alla volta degli Stati Uniti è entrata la sera del 15 gennaio in Guatemala, sotto gli occhi di circa 200 poliziotti e soldati guatemaltechi. L’ingresso è avvenuto in modo pacifico. Si tratta di circa 500 persone, tra cui decine di bambini.

I migranti si sono allineati per consegnare i loro documenti a una prima barriera di personale di sicurezza disarmato presso il confine di Agua Caliente, mentre la polizia antisommossa aveva creato una seconda barriera per contenere ogni possibile disordine.

I migranti «si stanno dirigendo verso il nostro confine meridionale – ha scritto il presidente americano Donald Trump su Twitter – Dite a Nancy e Chuck (Nancy Pelosi e Chuck Schumer, due senatori del partito democratico, ndr) che soltanto il muro potrà fermarli».

La questione del muro al confine col Messico sta paralizzando gli Stati Uniti da tre settimane: il mancato accordo sulla sua costruzione (e sulla spesa necessaria per sostenerla) ha portato al cosiddetto shutdown, ovvero al blocco parziale di alcuni servizi pubblici.

La prima carovana di migranti era partita a ottobre, malgrado le minacce di Trump e i tentativi di bloccarla da parte della polizia messicana. La distanza che separa l’Honduras dagli Stati Uniti è di duemila chilometri.