Ong-migranti, purché le prove di Salvini non siano come quelle di Zuccaro

Ha detto oggi il ministro dell'interno Salvini di avere le prove dei rapporti tra i trafficanti di esseri umani che portano i migranti dall'Africa e le organizzazioni non governative. È un'accusa grave e importante, perché da almeno due anni si parla di queste prove, ma nessuno le ha esibite. E questo ha creato un clima di incertezza e delegittimazione che non ha giovato a nessuno. Chi aveva dato fiducia alle Ong, e si sentiva spiazzato e forse tradito. Alla Marina e alla Guardia Costiera, che avevano lavorato fianco a fianco con gli operatori di quelle organizzazioni. E alle stesse Ong, che finivano per sentirsi mal tollerate e per guardarsi con sospetto l'una con l'altra. Ma perché queste prove non sono mai saltate fuori? Quale Soros o altra entità malefica lo ha reso impossibile?

Le parole di Salvini ricordano fatalmente quelle di un procuratore della Repubblica, Zuccaro di Catania. Ricordate? “A mio avviso alcune Ong potrebbero essere finanziate dai trafficanti e so di contatti; è un traffico che oggi sta fruttando quanto quello della droga […] Forse la cosa potrebbe essere ancora più inquietante, poiché si perseguono da parte di alcune ONG finalità diverse: destabilizzare l’economia italiana per trarne dei vantaggi”. Sono passati quasi due anni, e le inchieste del magistrato catanese non sono approdate a nulla, togliendo credibilità alle sue parole. Ora vedremo se andrà diversamente alle "evidenze" di Salvini