Il carabiniere della centrale operativa: «Rami è stato molto preciso. Tornato a casa, ho abbracciato la mia famiglia»

Le chiamate di soccorso dal bus dirottato sono arrivate alla centrale operativa di San Donato Milanese. A riceverle, Domenico Altamura e un suo collega

Domenico Altamura fa il carabiniere da 19 anni. Lavora alla centrale operativa di San Donato Milanese e insieme al suo collega ha gestito le chiamate di soccorso che arrivavano dai passeggeri del bus dirottato da Ousseynou Sy.

Sia quella di Rami, il 14enne che per primo ha chiamato il 112, sia uno dei due insegnanti a bordo tramite cui è iniziato il tentativo di comunicazione con l'autista.

«La segnalazione è stata molto dettagliata e fortuna siamo riusciti a intercettare l'autobus – spiega l'appuntato dei carabinieri – abbiamo cercato di convincere l'autista a fermarsi. Gli abbiamo detto che l'avremmo accompagnato noi all'aeroporto. Bisogna essere molto freddi e pazienti».

Dopo questa tragedia sfiorata (a bordo 51 studenti, due insegnanti e una collaboratrice della scuola) alcuni carabinieri sono stati ricevuti dal ministro della difesa Trenta e dal vice-premier Di Maio.

«Siete il simbolo dell'Italia, il modello che spero possa ispirare qualcuno di quei 51 ragazzi a diventare carabinieri», ha detto Di Maio. Proprio il 14enne di origini egiziane, per il quale si sta valutando la concessione della cittadinanza italiana, ha detto di sognare di diventare carabiniere.