I parlamentari M5S difendono la piattaforma Rousseau: «Votazioni regolari»

Alle osservazioni del garante della Privacy che ha rilevato nel sistema usato dai 5 Stelle «importanti vulnerabilità» ha replicato in serata l’associazione Rousseau presieduta da Davide Casaleggio

Mentre sono ancora aperte le votazioni online per scegliere i candidati al parlamento europeo, gli esponenti 5 Stelle ostentano tranquillità nonostante la bocciatura del garante della Privacy nei confronti della piattaforma Rousseau.«Intanto siamo gli unici a usarla per costruire le liste di candidati e continueremo a far sì che quella piattaforma sia sempre più sicura» sostiene il vicepresidente del parlamento Ue Fabio Massimo Castaldo, ricandidato per il secondo mandato a Bruxelles.

«Non siamo preoccupati» sintetizza la senatrice Paola Taverna. E la stessa posizione viene mantenuta anche dagli altri esponenti M5S che escono dal palazzo dei gruppi parlamentari dopo che la riunione per la riorganizzazione interna al Movimento 5 Stelleviene annullata per la seconda volta consecutiva: il capo politico Luigi Di Maio è infatti impegnato negli stessi minuti nel consiglio dei ministri a palazzo Chigi.

Escludendo le prime votazioni su Rousseau, come quella delle Quirinarie del 2013, le consultazioni online più recenti non sono state certificate da un ente terzo:«Non mi occupo del sito, ma le parlamentarie sono valide», sostiene il senatore Mario Michele Giarrusso. La piattaforma Rousseau era stata usata anche per stabilire il comportamento dei parlamentari M5S verso l'autorizzazione a procedere nei confronti del vicepremier Matteo Salvini.

Alle osservazione del garante della Privacy che ha rilevato nel sistema usato dai 5 Stelle«importanti vulnerabilità» ha replicato in serata l'associazione Rousseau presieduta da Davide Casaleggio.«Temiamo che ci sia un uso politico del garante della privacy e che possa risentire della sua pregressa appartenenza al Pd.Il garante della privacy dovrebbe tutelare tutti, non solo le persone del suo partito», ha scrittol'associazione in un post sul Blog delle Stelle.