Magdi Allam, il tentativo di screditare quel gesto di Papa Francesco

Il gesto del bacio delle scarpe da parte di Papa Francesco ai leader del Sud Sudan non è piaciuta a Magdi Cristiano Allam che, sulla base di una foto, ritiene che Rebecca Nyandeng Garang abbia espresso sgomento e orrore per quanto accaduto, ma non è così

Il 13 aprile 2019 Magdi Cristiano Allam pubblica un lungo post Facebook dove critica il gesto di Papa Francesco nel baciare le scarpe dei leaderdel Sud Sudandurante l’incontro dell’undici aprile a Santa Marta, dove si è tenuto unritiro spirituale in cui parlare di pace. Nella foto – scriveAllam – la vice Presidente sud sudanese Rebecca Nyandeng Garang «esprime lo sgomento e l’orrore per il comportamento di Papa Francesco prostrato per terra che le bacia le scarpe».

Magdi Allam, il tentativo di screditare quel gesto di Papa Francesco foto 1

Sempre secondo Allam, le mani congiunte di Rebecca Nyandeng Garang davanti alla sua bocca «testimoniano l’incredulità e la vergogna per un gesto che è totalmente umiliante per il Papa ma è anche imbarazzante per chi deve accondiscendere a una simile umiliazione». Per quale motivo sarebbe imbarazzante? Allam paragona in qualche modo il gesto al lancio della scarpa contro George W. Bush nel 2008 in Iraq.

Perché Papa Francesco ha compiuto il gesto?

Secondo alcuni, l’atto compiuto da Papa Francesco equivale a un atto di sottomissione, di umiliazione per un capo di Stato soprattutto se del Vaticano in quanto rappresentante del mondo Cristiano Cattolico. Quella del Papa risulta essere un gesto di preghiera – un gesto che ricorda il lavaggio dei piedi da parte di Gesù Cristo – affinché si mantenga la pace nel Sud Sudan, un paese che per 6 lunghi anni di guerra civile ha visto morire circa 400 mila persone: «come fratello, rimanete nella pace».

Il video dove rifiutava il baciamano

I principali accusatori citano il video dove Papa Francesco negava la mano ai fedeli durante l’incontro nella basilica di Santa Casa di Loreto (Ancona) per una questione di igiene. Dunque, perché negare il baciamano e poi baciare dei piedi che hanno calpestato un po’ ovunque? In realtà il rifiuto del baciamano non riguardava la sua igiene, ma quella dei credenti. Lo spiega Alessandro Gisotti, direttore della Sala Stampa della Santa Sede: «Quando ci sono file interminabili vuole che si eviti il rischio di contagio tra la gente. Ciò non avviene, invece, quando c’è una persona o un gruppo molto piccolo»

La versione personale di Allam

Quella di Magdi Cristiano Allam è una personale opinione basata su una foto, mentre fin dall’undici aprile 2019 vengono riportate le reazioni di Rebecca Nyandeng Garang e le sue dichiarazioni in merito al gesto:

«South Sudanese Vice President Rebecca Nyandeng Garang said Francis' actions moved her profoundly. "I had never seen anything like that. Tears were flowing from my eyes," she said.» (abcnews.go.com)

«Ieri, la vice-Presidente sud-sudanese Rebecca Nyandeng Garang ha detto che il gesto di Papa Francesco l'ha profondamente commossa. "Non avevo mai visto niente del genere – ha confessato – Le lacrime scorrevano dai i miei occhi".» (vaticannews.va)

Magdi Allam, il tentativo di screditare quel gesto di Papa Francesco foto 2

Un'altra foto dopo il bacio delle scarpe della vice-presidente del Sud Sudan

Il gesto di Bergoglio per la pace: bacia i piedi ai vertici del Sud Sudan - Il video

Leggi anche