Greta al Senato: «Mancano 10 anni, 257 giorni e 13 ore», davvero il mondo finirà nel 2030?

Durante la tre giorni italiana, l’attivista svedese ha lanciato l’allarme: «nel 2030 ci sarà una reazione a catena che potrebbe portare alla fine della civiltà umana» se non saranno ridotte le emissioni di anidride carbonica. Mentre in rete si fa ironia sulla frase della sedicenne svedese, la sua dichiarazione ha dei fondamenti scientifici

«La profezia di Greta come quella dei Maya»,«Risolto il problema del debito pubblico, il mondo finirà nel 2030», «Freghiamocene di Maastricht, dei vincoli e così via. Vai di pensione ai trentenni, spesa pubblica a gogò e stato sociale per tutti».I meme e gli articoli sui blog che riguardano il discorso di Greta Thunberg a Palazzo Madama il 18 aprile hanno invaso il web. Se non saranno ridotte le emissioni di anidride carbonica entro undici anni«ci sarà una reazione a catena che potrebbe portare alla fine della civiltà umana», avevadetto l'attivista svedese.

L'intervento, iniziato con un conto alla rovescia«mancano10 anni, 257 giorni e 13 ore al 2030», fa riferimento all'ultimo rapporto sul clima dell'Ipcc, l'Intergovernamentalpanel on climate change, promosso dalle Nazioni Unite. Obiettivo ineludibile, secondo gli scienziati che hanno pubblicato il lavoro l'8 ottobre 2018 in Corea del Sud, èridurre le emissioni globali del 45% entro il 2030 (considerando i valori del 2010) e azzerarle entro il 2050.

Queste sarebbero le uniche misure in grado di rallentare il cambiamento climatico che negli ultimi anni ha subito gli esiti dei settori "energivori" più impattanti: industria, trasporti e costruzioni edili. All'obiettivo, riguardante l'anidride carbonica, sempre secondo l'Ipcc, andrebbero convertite tutte le fonti energetiche: sempre entro il 2030, il 70-85% del fabbisogno globale dovrebbe derivare solo da fonti rinnovabili.

Quando Greta Thunberg fa riferimento a quella data, non sta citando solo il rapporto dell'Ippc. Nel settembre 2015, infatti, l'Onu ha stilato la cosiddetta Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, un programma d'azione per le persone, per il pianeta e per la prosperità sottoscritto da 193 Paesi membri dell'Onu. Nel programma di intenti compaiono 17 obiettivi generali per un totale di 169 target specifici, tutti da realizzare entro i prossimi 11 anni. Il 13esimo obiettivo è proprio la lotta al cambiamento climatico.

Greta al Senato: «Mancano 10 anni, 257 giorni e 13 ore», davvero il mondo finirà nel 2030? foto 1

Onu | I 17 obiettivi dell'Agenda 2030

«Il cambiamento climatico è una sfida globale che non rispetta i confini nazionali. Le emissioni sono ovunque e riguardano tutti. È una questione che richiede soluzioni coordinate a livello internazionale e cooperazione al fine di aiutare i Paesi in via di sviluppo a muoversi verso un’economia a bassa emissione di carbonio», è scritto nell'Agenda 2030.

Leggi anche