Bambina di 8 mesi contrae il morbillo. La madre ai no vax: «Fate male ai nostri figli»

Shira, 8 mesi, non era vaccinata perché ancora troppo piccola. Lo sfogo della madre: «I no-vax dovrebbero restare in aree circoscritte tra di loro»

A 8 mesi col morbillo, per colpa dei no-vax. Succede in Israele, dove laprima dose di vaccino viene somministrata dopo il primo anno di età e il numero di persone che scelgono di non vaccinarsi è – come negli Stati Uniti – in aumento costante. Shira era ancora troppo piccola: la sua storia l'ha raccontata la madre allaCnn: «Non aveva puntini solo su una parte del corpo, erano dappertutto: dentro la sua bocca, tra le dita, tra le dita dei piedi – racconta la donna-. Non ho mai visto una cosa del genere, ero davvero spaventata».

Lo sfogo della madre di Shiracontro i no-vax

La madre della piccola ha affidato il proprio sfogo a un post su Facebook: «Parliamo un attimo della libertà di scelta per quelli che credono che le vaccinazioni siano lafonte di ogni male». «È ora di cominciare a dire che i no-vax hanno il diritto di credere in ciò che vogliono, ma dobbiamo anche parlare del peso che le loro scelte hanno sugli altri», continua la donna.

La madre, in preda alla rabbia per quanto accaduto alla figlia, ha scritto: «I no-vax dovrebbero vivere in un recinto, tra di loro. Se non ti vergogni per il fatto che non vaccini i tuoi figli, allora dillo apertamente in modo che io abbia modo di non farti frequentare i miei figli», ha dichiarato la madre in un’intervista.

Il lieto fine, ma resta la paura

La piccola, a distanza di mesi, è guarita e sta bene, ma lapossibilità di sviluppare una panencefalite subacuta sclerosante è reale. Questa patologia,causata da eventuali tracce del virus ancora presenti nel corpo, può svilupparsi improvvisamente adistanza di anni dal morbillo e causare la morte della persona.«Mi porterò dietro questa paura per anni», ha concluso la madre della piccola Shira.

Foto copertina Shutterstock | Vaccinazione di una bambina

Leggi anche