Strage Piazza della Loggia, Mattarella: «Sono vicino a chi ha sofferto di più»

Dopo la solidarietà ai parenti delle vittime, un ringraziamento anche agli uomini dello Stato

«Le innocenti vite spezzate quella mattina del 28 maggio 1974, lo strazio dei familiari, il dolore dei feriti, l’oltraggio inferto a Brescia e all’intera comunità nazionale dai terroristi assassini sono parte della memoria indelebile della Repubblica».

È la dichiarazione del Presidente, Sergio Mattarella, in occasione del 45esimo anniversario della strage di Piazza della Loggia. Il Presidente ha poi proseguito dicendo: «In questa giornata di anniversario si rinnovano i sentimenti di solidarietà di tutti gli italiani, e con essi desidero esprimere la mia vicinanza a coloro che più hanno sofferto».

Mattarella ha infine ringraziato gli uomini dello Stato per l’impegno e il sostegno che hanno consentito di portare a compimento il percorso giudiziario.

«Particolare gratitudine va espressa all’Associazione dei Familiari delle vittime, la quale è riuscita sempre ad animare, anche in momenti difficili, memoria attiva, partecipazione responsabile, impegno per la verità», ha chiosato il Presidente.

Leggi anche: