Germania, trovato morto Walter Lübcke, il politico pro-migranti

Il politico della Cdu sarebbe stato ucciso da un colpo di pistola alla testa. La polizia avrebbe escluso l’ipotesi suicidio

Walter Lübcke, un politico dell’Unione cristiano-democratica di Angela Merkel, è stato trovato morto da un familiare nella sua casa di Kassel.

Secondo la polizia, che avrebbe escluso per il momento l’ipotesi del suicidio, l’uomo sarebbe stato ucciso da un colpo di pistola alla testa.

«Al momento non abbiamo indizi sul responsabile né sulle motivazioni» , ha detto in conferenza stampa Sabine Thurau, capo dell’ufficio indagini criminali nel land dell’Assia.

Chi era Walter Lubcke

Lübcke aveva 65 anni ed era il leader del suo partito a Kassel, nel land dell’Assia.

Il suo nome viene ricordato perché, durante la crisi dei migranti del 2015, fu uno dei più decisi sostenitori dell’accoglienza dei rifugiati.

Dopo quella presa di posizione fu attaccato dal movimento di destra Pegida. In occasione di una manifestazione a favore dell’accoglienza disse: «Chi non condivide questi valori può lasciare questo paese in ogni momento. Questa è la libertà di ogni tedesco».

Leggi anche: