Timori crescenti per la Merkel: nuovo tremore incontrollabile in pubblico

Dopo soltanto otto giorni, la Cancelliera tedesca mostra nuovamente problemi di salute

Ancora una crisi di tremore per la Cancelliera tedesca . Soltanto otto giorni dopo quella avuta accanto al presidente ucraino, Volodimir Zelenski, la Cancelliera ha avuto un nuovo malore durante una cerimonia a Berlino: questa volta era al chiuso, a palazzo Bellevue, accanto al presidente Frank-Walter Steinmeier, per la cerimonia di nomina del nuovo ministro della Giustizia, Christine Lambrecht (l’uscente Katarina Barley è stata eletta al Parlamento europeo).

Alla cancelliera è stato offerto un bicchiere d’acqua, ma lei lo ha rifiutato ed è apparsa stare meglio quando, mezz’ora più tardi, si è presentata in Parlamento. Il 18 giugno, dopo l’episodio con Zelenski, la cancelliera, che ha 64 anni, aveva spiegato l’accaduto dicendo che era disidratata.

I timori sulle reali condizioni della Cancelliera

Ora, al secondo episodio in pochi giorni, si fanno crescenti i timori per le sue condizioni di salute. Da più parti si sospetta che il ritiro, annunciato per il 2021, al termine del mandato da Cancelliera, non sia dovuto soltanto a motivi strettamente politici, ma a una malattia che non le permetterebbe di poter continuare a svolgere il suo ruolo.

Il portavoce del governo tedesco rassicura però sulle condizioni della Cancelliera e confermato la partenza di oggi di Merkel alla volta del G20 di Osaka, in Giappone. “Tutto avrà luogo come pianificato, la cancelliera sta
bene” ha dichiarato Steffen Seibert ai giornalisti.

Leggi anche: