Merkel: «La Lega di Salvini non sarà mai nel Ppe»

di OPEN

In un’intervista al «Suddeutsche Zeitung» la cancelliera tedesca spiega che non c’è spazio per la Lega nel Partito Popolare Europeo 

Angela Merkel ha ribadito il concetto. Come aveva già fatto presente in Niger il 3 maggio, per la cancelliera tedesca non c’è spazio per Salvini nel Partito Popolare europeo.

«Èevidente che abbiamo approcci molto differenti su diversi temi, per esempio quello della politica sui migranti. Già questo è un motivo per cui il Ppe non si aprirà al partito del signor Salvini», ha dichiarato Merkel in un’intervista al quotidiano tedesco Suddeutsche Zeitung.

A poco più di una settimana dalle elezioni europee, il Partito Popolare Europeo chiude le porte alla Lega di Matteo Salvini. «Quel che è certo,è cheManfred Webernell’elezione a presidente della Commissione non si renderà dipendente dai voti di questi partiti», ha affermato Merkel.

Manfred Weber, candidato di punta del Ppe, aveva già rifiutato un’alleanza con Fidesz di Viktor Orbán, che avrebbe potuto rappresentare un ponte tra lui e la principale coalizione conservatrice a Strasburgo. Pare che proprio la visita del vicepremier italiano al leader ungherese sia invece stata determinante nello spingere la destra del Ppe a rifiutare definitivamente anche la presenza della Lega.

Il Ppe aveva anche sospeso temporaneamente Orban e Fidesz in seguito a una serie di affermazioni offensive fatte nei confronti dei vertici dell’Unione europea, tra cui Jean-Claude Juncker, e di leggi considerate illiberali approvate in Ungheria. Ma Orban era rimasto nel partito, con la volontà di spostarlosu posizioni più simili alle sue, dopo le elezioni europee di fine maggio.

Sembra però che sia il Ppe a considerarlo di fatto fuori. Dopo il no del capogruppo del Ppe Manfred Weber e di Angela Merkel, anche il partner di coalizione della cancelliera tedesca, Markus Soeder, storicamente un alleato vicino a Fidesz nel parlamento europeo, ha dichiarato che il vertice con Salvini aveva mandato il «segnale sbagliato» e che era assolutamente da escludere ogni ipotesi di cooperazione con l’estrema destra.

Voltando le spalle a Orban, il Ppe rifiutava di fatto qualsiasi alleanza con partiti sovranisti, sperandodi guadagnarsi alleanze socialiste e liberali. Sembra che Salvini finirà per trovarsi solo con Orbán.

La replica della Lega

Rifiuto, quello della Merkel, che non sembra preoccupare la Lega Matteo Salvini. «Non ci pensiamo nemmeno a entrare nel partito della Merkel e di Juncker. Anzi, la loro Europa è quella che vogliamo cambiare. Èvero il contrario: saremmo noi ad avere serie difficoltà ad aderire a quel progetto», hanno fatto sapere fonti della Lega.

Leggi anche:

Leggi anche