Un turista rischia di affogare in Sardegna, lo salva l’ex nuotatore Filippo Magnini

Preso dal panico, l’uomo si è bloccato. Per fortuna lì vicino stava nuotando uno che ha vinto anche una medaglia di bronzo alle Olimpiadi

L’ex nuotatore Filippo Magnini ha salvato la vita a un turista che, oggi pomeriggio su una spiaggia in Sardegna, ha accusato un malore mentre stava facendo il bagno. Il salvataggio è avvenuto a Cala Sinzias, fra Villasimius e Costa Rei, in provincia di Cagliari, sotto gli occhi del direttore de La provincia di Cremona, Marco Bencivenga, che lo ha riferito all’Ansa.

Erano passate da poco le 15 quando l’uomo, che poi è stato salvato, ha chiesto aiuto dopo aver tentato di rincorrere a nuoto un grande cigno galleggiante, portato lontano dal vento. Lo sforzo per l’uomo è stato eccessivo e gli amici hanno cercato di attirare l’attenzione dei bagnini del lido Tamatete sbracciandosi e urlando quando hanno capito del pericolo che stava correndo.

Magnini, medaglia di bronzo olimpica e due volte campione del mondo dei 100 stile libero, stava nuotando proprio lì vicino e si è lanciato verso l’uomo a grandi bracciate. L’ex nuotatore lo ha raggiunto e lo ha quindi aiutato a restare a galla, in attesa dei soccorsi.

«Era in difficoltà – ha raccontato Magnini – a un certo punto si è spaventato, si è bloccato e ha bevuto un po’ d’acqua. Quando l’ho raggiunto non riusciva neppure a parlare e non era facile caricarlo sul gommone, così l’abbiamo disteso sul materassino di altri bagnanti che si trovavano lì vicino».

A bordo di quella barella galleggiante improvvisata, l’uomo è stato portato a riva dove intanto era arrivato il medico e l’ambulanza che lo ha trasferito in ospedale.

Magnini è tornato sotto il suo ombrello, tra gli applausi dei presenti: «Ho fatto solo quello che dovevo». L’ex nuotatore di Pesaro è ormai fuori dalle gare, dopo la squalifica per doping.

Leggi anche: