Egitto, esplosione davanti a un ospedale del Cairo: almeno 19 morti e 30 feriti

L’auto, schiantandosi dopo aver percorso la strada contromano, ha causato l’esplosione di altri tre mezzi

Almeno 19 persone sono state uccise e 30 sono rimaste ferite in seguito a un’esplosione all’esterno del National cancer institute del Cairo, il principale ospedale oncologico della capitale egiziana. Il bilancio è stato confermato da Khaled Megahed, portavoce del ministero della Salute.

A causare un’esplosione un’automobile che viaggiava contromano ad alta velocità che ha travolto altre 3 vetture che a loro volta, esplodendo, hanno causato l’incendio che ha coinvolto parte dell’ospedale.

Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Mena, le vittime sarebbero tutti passanti e automobilisti, mentre i pazienti ricoverati nel centro oncologico sarebbero rimasti illesi.

Il ministero ha ordinato lo stato di allerta «per gestire la situazione e assicurare la migliore assistenza possibile alle persone coinvolte». Inoltre è stata istituita una commissione tecnica per valutare lo stato dei danni ed è stata aperta un’inchiesta per stabilire le cause dell’esplosione. Al momento, non sono emerse dichiarazioni che possano indicare che l’esplosione sia stata un attacco.

Leggi anche