Tragedia a Ortona: trovati morti in mare i due fratelli di 11 e 14 anni

I corpi sono stati ritrovati dai sommozzatori dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco

Sono stati trovati morti i due fratelli di 11 e 14 anni dispersi in mare a Ortona, in provincia di Chieti, in Abruzzo. I corpi sono stati rinvenuti su una scogliera frangiflutti, in due punti distinti, ma a pochi metri di distanza l’uno dall’altro.

I due giovani, originari di Montesilvano, in provincia di Pescara, stavano facendo il bagno in mare, quando le onde li hanno travolti, facendoli sbalzare sulla scogliera. Il padre, che si trovava in spiaggia, ha assistito alla scena e si è immediatamente lanciato in acqua per salvarli. 

L’uomo, tuttavia – secondo quanto riferito da testimoni oculari – non sarebbe riuscito a raggiungerli o a causa delle onde troppo violente o a causa di un malore, ed è stato portato in salvo dai bagnini.

Malgrado l’arrivo sul posto della Capitaneria di Porto, dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco di Roseto degli Abruzzi (Teramo), del 118 e della Polizia di Stato, per i due giovani non c’è stato nulla da fare. 

Foto di repertorio: Ansa

Leggi anche: