Come ho votato su Rousseau. Il futuro del Governo italiano nelle mani di una piattaforma traballante – Video

Nonostante gli «investimenti economici spaventosi» il voto di oggi è iniziato male, poi si è ripreso

Un voto iniziato alle 9 del mattino, qualcuno aveva già iniziato a votare mentre altri stavano ancora cercando di caricare la homepage della piattaforma Rousseau. A ridosso delle ore 12 il Movimento 5 Stelle annuncia che nelle prime due ore avrebbero risposto al quesito circa 29.781 utenti certificati e avrebbero gestito 24.000 connessioni in contemporanea con picchi di 1.200 richieste al secondo.

Tweet delle ore 9:13 circa da parte degli utenti che dichiarano di aver appena votato.

C’è anche un’ammissione, e cioè che l’inizio era stato difficoltoso, riscontrando dei rallentamenti di «nell’ordine dei secondi» e sostenendo che «è stato garantito il regolare svolgimento delle votazioni». Certo, con tanta pazienza perché il caricamento della sola homepage andava a singhiozzo.

Screenshot del primo tentativo di accesso alla homepage di Rousseau alle ore 9:08. Impossibile raggiungere il sito.

Anche altri utenti avevano riscontrato la stessa problematica, pubblicando su Twitter i video e le foto degli errori che riscontravano.

Ecco il video dei tentativi fatti durante la prima mezz’ora dall’inizio del voto, dove si può riscontrare la lentezza nel caricare la homepage senza ancora avere la possibilità di effettuare il login:

Effettuando alcuni test con i servizi come Check-host.net si erano riscontrati, alle ore 9:26, molti problemi di connessione.

Dopo diversi tentativi, tra messaggi del tipo «La pagina che stai cercando non esiste» e «503 – Service Unavailable», alle 10:16 riesco finalmente ad accedere al pannello del login:

Da quel momento in poi non ho riscontrato disservizi, al massimo qualche rallentamento nel caricare le pagine. L’area di voto era a mia disposizione, ma prima di cliccare sul tasto di conferma ho analizzato il codice alla ricerca di eventuali bug o problemi.

Dopo un po’, intorno alle 11:44, la mia sessione scade e mi tocca rientrare, ma riscontro qualche piccolo problema. Infatti, la piattaforma mi segnala un errore nella mia richiesta di login invitandomi a cambiare password. Non l’ho fatto e dopo un paio di tentativi (e qualche SMS ricevuto dalla piattaforma per il controllo) riesco ad accedere al pannello per votare.

Alle 12:10 circa esprimo il voto.

Per curiosità ho provato ad accedere nuovamente al pannello del quesito di oggi. Come ho fatto? Modificando il codice del sito dal mio browser e riabilitando i bottoni del voto stesso. Al momento della conferma non riesco a procedere ulteriormente, segno che qualche controllo viene fatto per impedire il doppio voto.

Conclusioni

Secondo il notaio del Movimento 5 Stelle Valerio Tacchini «ci sono stati investimenti economici spaventosi» citando «Tanta tecnologia» senza specificare quale. Purtroppo, anche in questo caso, si sono ripresentati problemi simili a quelli avvenuti in passato, con un avvio traballante e con difficoltà di accesso alla piattaforma da parte degli utenti. La situazione si era successivamente stabilizzata e a seguito delle analisi svolte non si riscontrano possibilità di doppio voto e manipolazioni lato utente e senza introdursi illegalmente nella piattaforma stessa. Rimangono i dubbi del voto «certificato» e un codice interno sconosciuto, impossibile da studiare per verificare la sicurezza di un voto non manipolabile. In mancanza di un ente terzo indipendente – attualmente c’è il notaio, già ex candidato al Senato per il Movimento – si va avanti con la fiducia, la stessa che era stata data durante il periodo per il quale il Garante aveva sanzionato l’Associazione Rousseau.