Conte sulla Turchia: «Serve ferma decisione Ue». Il ricatto di Erdogan sui rifugiati? «Parole inaccettabili» – Il video

Il governo italiano ha «dato seguito alla sospensione dell’export di armi alla Turchia convinto che si debba agire con la massima determinazione per evitare ulteriori sofferenze al popolo siriano»

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte torna a parlare dell’offensiva turca in Siria e usa parole dure: «La decisione turca ripropone l’esigenza di una decisione comune, ferma e risoluta da parte» dell’Ue, ha detto riferendo al Senato sul Consiglio europeo di giovedì e venerdì.

Sembra avere le idee chiare anche sulla minaccia del premier turco Erdogan di aprire le porte dell’Europa ai rifugiati: «Alla Turchia diversi stati membri continuano a guardare anche dopo le dichiarazioni sui rifugiati, che ho già definito inaccettabili».

E ancora: «L’Italia, da subito orientata verso la moratoria delle armi alla Turchia, ha fermamente voluto che divenisse oggetto del dibattito» al consiglio Ue. Il governo italiano, quindi, ha «dato seguito alla sospensione dell’export di armi alla Turchia, convinto che si debba agire con la massima determinazione per evitare ulteriori sofferenze al popolo siriano. Questi obiettivi saranno tanto più efficaci se raggiunti attraverso il coordinamento europeo».

«L’Italia invita la Turchia ad astenersi da azioni illegali» ha concluso il premier.

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Leggi anche: