Roma, autobus contro albero: l’autista indagato per lesioni, sequestrati i due cellulari

L’autista ribatte: «Controllate i tabulati non ero al cellulare»

Un autobus di linea con a bordo molti passeggeri è finito contro un albero a Roma ieri mattina, 16 ottobre. È successo dopo le 9 sulla via Cassia, all’incrocio con via Oriolo. Un incidente piuttosto grave: i feriti sono stati in tutto veninove, nove portate in ospedale in condizioni gravi. All’indagine interna avviata dall’azienda di trasporti Atac si è aggiunta quella della procura di Roma.

L’autista dell’autobus di linea 301 è stato indagato per lesioni e gli sono stati sequestrati due cellulari, uno personale e l’altro di servizio per verificare se li stesse usando al momento dell’impatto. Un testimone che era a bordo, infatti, ha raccontato di averlo visto armeggiare con un telefonino poco prima che la vettura sbandasse per schiantarsi contro un albero.

L’autista avrebbe replicato, ma solo informalmente visto che è ancora ricoverato, di non temere nessun controllo perché faranno fede i tabulati. Le prime verifiche hanno già dimostrato che prima del turno non aveva assunto né alcol né sostanze stupefacenti: l’uomo, quarantenne, guida abitualmente durante il turno di notte e non è chiaro se possa aver avuto un malore.

Certo è che su quel che è accaduto in via Cassia mercoledì 16 ottobre potrebbe non esserci mai certezza: le telecamere a bordo erano rotte, perché la vettura è (o meglio era) molto vecchia.

Intanto sono migliorate le condizioni dei passeggeri ricoverati. I più gravi erano quelli che si trovavano nella parte anteriore del bus. Alcuni sono stati estratti dai vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza il mezzo e sono ancora sotto osservazione medica.

Leggi anche: