Il sindaco di Aversa non chiude le scuole per il maltempo. E mostra la follia sui social: insulti e minacce di morte

«Se non chiudi le scuole ti accoltello», o anche: «Devi restare affondato nell’acqua», sono solo due delle tante intimidazioni indirizzate al primo cittadino

Offese e minacce di morte al sindaco di Aversa Alfonso Golia dopo la decisione di non chiudere le scuole con il maltempo in corso e nonostante le allerte meteo lanciate dalla protezione civile.

Teatro delle minacce – ancora una volta – le piattaforme social sulle quali molti studenti si sono scagliati contro il primo cittadino e la sua decisione di lasciare le scuole aperte lunedì e martedì.

«Se non chiudi le scuole ti accoltello», o anche: «Devi restare affondato nell’acqua», sono solo due delle tante intimidazioni indirizzate al sindaco Golia che ha deciso di non cancellare tutti gli insulti a lui rivolti e di pubblicarne alcuni sulla sua bacheca così che fossero sotto gli occhi di tutti e da ne nascesse un dibattito pubblico.

«Posso dirmi preoccupato per questi toni durissimi, volgari, privi di ogni forma di rispetto verso la persona e soprattutto verso l’istituzione?», scrive il sindaco richiamando l’attenzione su quanto gli è accaduto. «Se ci si rivolge così a un Sindaco, mi chiedo, come ci si rivolgerà a un docente, a un coetaneo, a un adulto, al prossimo?».

Contestualmente alla condivisione degli insulti e delle minacce, il sindaco lancia un appello: «Spero che l’aver pubblicato quelle frasi serva ad aprire una riflessione nelle famiglie e in città perché sono la dimostrazione e lo specchio della deriva della nostra società e trattandosi di giovanissimi, il tema deve coinvolgerci tutti».

Leggi anche: