Alessandria: «Le parole non sono sufficienti al nostro dolore». L’addio a Antonio, Marco e Matteo – Il reportage

Duomo stracolmo per il funerale dei vigili del fuoco morti lunedì per l’esplosione di una cascina a Quargnento

Oggi, 8 novembre, in una mattinata uggiosa, nella cattedrale di Alessandria si sono svolti i funerali dei tre vigili del fuoco morti in seguito all’esplosione di una cascina a Quargnento.

«Vigili, attenti!» è il comando che il comandante dei Vigili del fuoco dà al passaggio delle tre bare. «Riposo!» e il saluto rientra appena l’ultimo feretro varca la soglia del Duomo. In sottofondo molti applausi ed un lungo suono delle sirene.

La folla lascia lentamente entrare in Chiesa forze dell’ordine e associazioni che prendono posto tra le navate già gremite. «Le parole umane non sono sufficienti al dolore che ci sta attanagliando da giorni», dice l’officiante.

Antonio Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo sono morti nella notte tra lunedì e martedì per gli effetti devastanti della deflagrazione, programmata con un timer, di due bombole del gas posizionate nella cascina abbandonata.

Tra i presenti, c’è anche Giuliano Dodero, il capo squadra dei vigili del fuoco rimasto ferito nell’esplosione. L’uomo è sceso da una ambulanza ed è entrato in Chiesa in carrozzella, accompagnato dall’applauso dei numerosi pompieri e delle altre persone presenti sul sagrato in attesa dell’arrivo dei feretri.

Intere scolaresche con insegnanti si sono radunate fuori dalle porte della Chiesa per rendere omaggio ai tre ragazzi. Poi corpi volontari, Polizia penitenziaria, Carabinieri, Polizia, Guardia di finanza e Vigili del fuoco.

Finita la cerimonia, il comandante dei Vigili del fuoco ha voluto rendere omaggio ai tre ragazzi e all’intero corpo: «Sono orgoglioso di essere il vostro comandante. Questo non è il cordoglio di una città ma di un intero Paese».
All’uscita del Duomo, i corpi hanno suonato il Silenzio militare.

Il procuratore di Alessandria Enrico Cieri, che coordina le indagini sull’esplosione di Quargnento in cui sono morti tre vigili del fuoco, ha affermato: «Stiamo lavorando su piste ad ampio spettro e ad oggi un movente significativo non c’è».

Ieri, 7 novembre ,era stata allestita ad Alessandria la camera ardente per i tre uomini. Per tutta la cerimonia di oggi, la piazza del duomo è stata gremita di gente. Molti, non riuscendo ad entrare in chiesa sono rimasti comunque all’esterno in segno di solidarietà.

Diretta dei funerali: Agenzia Vista, Alexander Jakhnagiev

Leggi anche: