Merkel a Roma, Conte: «Serve una gestione europea dei migranti». La cancelliera: «C’è tanto lavoro da fare» – Il video

«L’accordo di Malta non è che un primo passo per giungere a una equa ripartizione dei compiti in Europa»

Germania e Italia hanno uno «stretto» rapporto bilaterale, a livello europeo e internazionale, ma – secondo la cancelliera tedesca Angela Merkel in visita a Roma – questi rapporti «possono essere intensificati ancora di più».

«Con la Germania ci troviamo a condividere molti obiettivi, qualche volta non siamo convinti delle stesse soluzioni, ma non dobbiamo aumentare l’intolleranza e le forze disgregatrici nell’Ue», le ha fatto eco il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nella conferenza stampa congiunta a Villa Pamphilj. Il premier ha dunque ribadito la comune volontà di lavorare insieme per affrontare le grandi sfide europee e combattere le «intolleranze».

«C’è ancora tanto da fare»

Sul fronte migranti, la cancelliera tedesca si è detta soddisfatta che la nuova presidente della Commissione europea abbia già stabilito che si occuperà fortemente dell’immigrazione e della ripartizione equa delle responsabilità tra gli Stati.

«Trovo giusto che i rappresentanti francesi, italiani e tedeschi a Malta abbiano compiuto un primo passo per invitare altri Paesi ad aggiungersi, almeno tra quelli volenterosi – ha detto Merkel – è un messaggio positivo ma resta ancora molto da fare per giungere a una equa ripartizione dei compiti in Europa».

«Serve una gestione europea dei flussi», ha evidenziato Conte che ha comunque ringraziato la Germania perché «non ha mai fatto mancare il suo aiuto all’Italia ed è sempre in prima linea sul tema della redistribuzione».

Leggi anche: