Il governatore lombardo Fontana: «Sì alla legalizzazione della prostituzione»

Chi frequenta prostitute – secondo il presidente della Lombardia – è «una persona che ha qualche necessità fisiologica», anche se è una cosa «non particolarmente commendevole»

Il presidente della Lombardia Attilio Fontana si è detto favorevole alla legalizzazione della prostituzione. «Venerdì incontro il ministro Boccia e parliamo di autonomia. Come 24° materia inserisco questa» ha detto alla trasmissione radiofonica “La Zanzara”. Si potrebbe chiamare «autonomia sessuale»? «Sì, dopo questa proposta sono sicuro della rielezione…» ha aggiunto.

«Perché – si è domandato Fontana – dobbiamo lasciare questa situazione, che comunque esiste dalla nascita dell’umanità, nelle mani della delinquenza? Perché dobbiamo lasciare che si arricchiscano solo persone al di fuori della legalità? Perché non dobbiamo fare quei controlli di carattere sanitario?».

Tassare la prostituzione è da sempre uno dei cavalli di battaglia della Lega. Alla fine dell’intervista, il governatore della Lombardia ha anche aggiunto che chi frequenta prostitute è «una persona che ha qualche necessità fisiologica», anche se è una cosa «non particolarmente commendevole».

Foto in copertina: Angelo Carconi per Ansa

Leggi anche: