Alla fine il sindaco di Biella si è scusato con Segre (e Greggio): «Sono stato un cretino, lei patrimonio dell’umanità»

A Rete4 il Corradino ha provato a chiudere la polemica scoppiata sulla sua giunta

Il sindaco di Biella, Claudio Corradino, alla fine si è scusato. Il primo cittadino era stato travolto dalla polemica sulla cittadinanza onoraria allo showman Ezio Greggio, che ha rifiutato visto che lo stesso Comune aveva invece negato la cittadinanza a Liliana Segre. Ai microfoni di Stasera Italia, in onda oggi 20 novembre su Rete4, il sindaco ha detto: «Io sono stato un cretino, lo ammetto, e chiedo scusa alla Segre e a Greggio, però su questa cosa è stata fatta una speculazione indegna da parte di tutti quanti e mi dispiace».

Corradino ha poi aggiunto: «Il risultato è stato negativo, ingiustamente. Una grandissima sciocchezza che è diventata una cosa nazionale. La signora Segre non ha bisogno che arrivi il sindaco di Biella a darle la cittadinanza, è un “patrimonio dell’umanità” e le chiedo ancora scusa. L’ho invitata anche a Biella per la Giornata della Memoria e non c’è nulla contro di lei».

Leggi anche: