Chiara Ferragni sbarca su TikTok: il social cinese verso il battesimo dei brand?

L’influencer, che ha 17.7 milioni di follower su Instagram, il social a cui deve il suo successo, ha già 58.800 seguaci su TikTok dopo nemmeno 24 ore

Tiktok era nato per ospitare i video musicali cantati in playback. Con il successo internazionale del social network cinese è arrivata la politica, le bufale e addirittura l’Isis. Ora, potrebbe essere il turno dei brand.

Chiara Ferragni, la regina delle influencer di Instagram, ha fatto il suo ingresso trionfale su TikTok il 19 novembre e ha pubblicato il suo primo video. Seguendo il trend Absolutely anything, Ferragni intrepreta la strofa «I used to be so beautiful, now look at me».

L’influencer, che ha 17.7 milioni di follower su Instagram, il social a cui deve il suo successo, ha già 58.800 seguaci su TikTok dopo nemmeno 24 ore. Oltre a consacrare il social come decisamente mainstream, la presenza della Ferragni fa riflettere sul potenziale di rendere il social un’altra piattaforma di social marketing.

Mentre Instagram sta sperimentando l’eliminazione della visualizzazione del numero di like ricevuti, su Tiktok i «mi piace» sono ben visibili. Il test del social di Zuckerberg è volto a «depressurizzare il social network, renderlo meno competitivo e dare agli utenti più spazio per focalizzarsi sulla connessione con le persone che amano e le cose che li ispirano», aveva dichiarato il Ceo di Instagram Adam Mosseri.

In realtà, si ipotizza anche la finalità di perfezionare le strategie di marketing. Il numero di like è spesso fuorviante: in alcuni casi non è una misura affidabile del vero engagement, in altri è «gonfiato» tramite tecniche losche. Qualunque sia l’intenzione della casa madre, se la modifica diventasse definitiva, cambierebbero comunque le carte in tavola per molti influencer.

Su TikTok invece non solo è visibile il numero dei «mi piace» ricevuti ma addirittura quello complessivo di like messo ai nostri contenuti. Questo potrebbe rappresentare un ulteriore incentivo, oltre alla frequentazione massiccia soprattutto da parte della Generazione Z, per molti influencer di usare la piattaforma a scopo commerciale.

Leggi anche: