Ferrara, un 22enne uccide a pugni sua nonna: l’ipotesi della lite per soldi

Aggressione mortale ieri sera a Ferrara. Un giovane di 22 anni, Pierpaolo Alessio, ha ucciso sua nonna di 71 anni, Maria Luisa Silvestri, massacrandola a pugni mentre era alla guida dell’auto, dal sedile passeggero. L’omicidio sarebbe avvenuto, secondo le prime ipotesi, per questioni di soldi.

Lo riporta la stampa locale. Bloccato da automobilisti e da un carabiniere fuori servizio, il giovane è stato interrogato a lungo durante la notte e si è avvalso della facoltà di non rispondere. È in stato di arresto per omicidio volontario.

La dinamica

Sono le 21.10 circa. Una donna assiste a un principio di colluttazione tra l’anziana donna e il giovane mentre sono in macchina, su una Lancia Y e stanno percorrendo via Modena in direzione via Marconi. La testimone vede la scena che si sta consumando nell’abitacolo mentre anche lei si trova in auto e sta andando a trovare il cognato per cena.

La prima reazione della donna è andare ad avvisare il cognato. Il cognato, un carabiniere fuori servizio, chiama la centrale per farsi mandare rinforzi. Arrivato sul posto, e accorgendosi che il pestaggio è ancora in atto, apre la portiera del passeggero e tenta di fermare il ragazzo in prenda al delirio che però fa resistenza. Il carabiniere si fa allora aiutare da un uomo che passava per la strada, un barbiere.

Il ragazzo, fermato, viene preso e portato in caserma. Nel frattempo la nonna viene soccorsa dal 118 e trasportata all’ospedale Sant’Anna. Rimane viva per poco, morirà poco dopo aver varcato la soglia dell’ospedale mentre i medici stavano tentando di medicarla.

Leggi anche: