Colombia, attentato alla stazione di polizia: morti tre agenti, imposto il coprifuoco a Bogotà

Scioperi e saccheggi nella capitale. Scatta il coprifuoco a Bogotà

Almeno tre poliziotti sono stati uccisi e sette sono rimasti feriti in un attacco con esplosivi, avvenuto venerdì notte, contro una stazione di polizia a Santander de Quilichao, in Colombia. Lo rende noto l’agenzia Efe.

Situazione tesa anche a Bogotà dove nella notte il sindaco, Enrique Penalosa, ha esteso il coprifuoco a tutta la capitale della Colombia per contenere rivolte e saccheggi. La restrizione era stata inizialmente decretata solo per tre zone di Bogotà dove erano stati danneggiati anche 79 autobus del servizio pubblico.

Poco prima la polizia aveva disperso, con i gas lacrimogeni, nella centralissima Plaza de Bolívar, sempre nella capitale colombiana, un nuovo ‘cacerolazo’, la popolare forma di protesta di chi esce in strada a fare rumore con mestoli e padelle, contro le politiche del presidente Iván Duque, proprio mentre i manifestanti avevano iniziato la loro mobilitazione.

Leggi anche: