Le scuse del prof anti-sardine: «Non avrei mai compiuto azioni del genere»

In un post su Facebook, poi rimosso, il professore di Fiorenzuola d’Arda aveva minacciato di bocciare chi tra i suoi studenti avrebbe partecipato all’evento organizzato dalle Sardine nella sua città. Dopo la sospensione, le scuse

«Mi scuso pubblicamente con tutti gli studenti, genitori, colleghi e dirigenti». Alla fine arrivano anche le scuse del professore di Fiorenzuola d’Arda che in un post su Facebook aveva minacciato di bocciare i suoi studenti interessati a partecipare alla manifestazione organizzata dal movimento delle Sardine di domenica 24 novembre.

Le scuse sono state fatte tramite un’email inviata a diversi giornali e siti online, tra cui il quotidiano di Piacenza Libertà. Il professore di latino è stato immediatamente sospeso dalle sue funzioni, come ha annunciato il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti.

Nella lettera il professore Giancarlo Talamini Bisi prende le distanze da quanto scritto nel post su Facebook, sostenendo che si sarebbe trattato di una provocazione o comunque di un’affermazione non del tutto seria a cui non avrebbe dato seguito.

«Non era certo nelle mie intenzioni mettere in difficoltà attraverso il mio scritto» – scrive il professore – «Chi mi ha conosciuto sa che non sarei mai e poi mai in grado di compiere azioni del genere».

Oggi anche la candidata del centrodestra alle Regionali in Emilia-Romagna Lucia Borgonzoni si era schierata contro il professore che sulla sua bacheca Facebook aveva mostrato apprezzamento per la Lega, citando la necessità di tutelare la libertà di pensiero e garantire il diritto a manifestare in maniera non-violenta.

Leggi anche: