Perquisizioni sull’ex fondazione renziana, Di Maio torna alla carica: «Subito una commissione sui fondi ai partiti»

Intanto si allarga l’inchiesta sull’ex Fondazione della Leopolda: tra i reati contestati anche quello di finanziamento illecito ai partiti, oltre a quelli di riciclaggio e traffico di influenze

«Anche oggi ci sono state alcune perquisizioni della guardia di Finanza in merito a presunti finanziamenti illeciti ai partiti. Oltre al traffico di influenze illecite, sarebbero contestati anche i reati di riciclaggio e autoriciclaggio. Non è la prima volta che succede una cosa simile», queste le parole del ministro Luigi Di Maio in merito all’indagine sulla Fondazione Open, attiva dal 2012 al 2018, nata per sostenere l’iniziativa politica di Matteo Renzi, come la Leopolda.

«È evidente che c’è un problema serio per quanto riguarda i fondi e i finanziamenti che ricevono i partiti che finalmente abbiamo disciplinato con la nuova legge anticorruzione – ha aggiunto il capo politico del M5s – Lo abbiamo chiesto in più occasioni e continuiamo a farlo oggi: serve subito una commissione d’inchiesta sui fondi ai partiti. Lo chiederemo nel contratto di governo che vogliamo far partire a gennaio. Si chiami patto, contratto, accordo, l’importante è che ci siano i contenuti».

E infine: «Questo esecutivo durerà tre anni, se le forze politiche di governo saranno compatte e se garantiremo la massima trasparenza sulla gestione di fondi pubblici e privati». Una richiesta dunque che rischia di aprire un nuovo squarcio nella maggioranza di governo.

Intanto si allarga l’inchiesta sull’ex Fondazione della Leopolda: tra i reati contestati anche quello di finanziamento illecito ai partiti, oltre a quelli di riciclaggio e traffico di influenze.

Al ministro degli Esteri ha replicato il deputato di Italia Viva Luciano Nobili che ha twittato: «Di Maio chiede una commissione di inchiesta su partiti e fondazioni. Ottima idea. Facciamola presto e allarghiamola anche alle Srl collegate ai movimenti politici. Massima trasparenza non solo su donazioni ma anche su consulenze e collaborazioni a enti pubblici italiani e cinesi».

Leggi anche: