I genitori di Luca Sacchi: «Ci manca da morire. Princi? In casa nostra era maleducato…»

La madre ha ricordate le ultime parole di Luca:: «Mamma, fammi i funghi chiodini tanto tra un po’ torno». L’ha salutata: «E non l’ho più visto»

Mamma Tina e papà Alfonso, genitori di Luca Sacchi, sono intervenuti a Porta a Porta, nel giorno degli ultimi interrogatori di garanzia, oltre che di Pirino e Del Grosso accusati per l’omicidio del personal trainer, anche del suo amico di scuola, Giovanni Princi. Di quell’amico di Luca, la madre di Sacchi ha detto: «Non mi è mai piaciuto ma i figli non sempre ti ascoltano e ti dicono “sei troppo esagerata e protettiva”», ha detto la mamma del giovane personal trainer ucciso il 23 ottobre scorso nel quartiere dei Colli Albani, a Roma.

A Bruno Vespa che le ha chiesto perché non gli piacesse, la signora ha risposto: «Era maleducato, faceva come voleva lui, aprire il frigorifero… In casa mia nessuno fa cosi».

In questi giorni, intanto, si è andato delineando il ruolo di Anastasia, la fidanzata della vittima, ora indagata: «Per me era come una figlia. Stavamo insieme e ci divertivamo. Facevamo sempre scherzi. Luca manca da morire».

Anche papà Alfonso sembra avere le idee chiare: «Io credo che sia stato Princi a raggirare Anastasia». Alla domanda se, a suo avviso, Giovanni Princi e Anastasia nascondessero qualcosa, la madre di Luca Sacchi ha risposto: «Quella volta che siamo stati in vacanza ad agosto. Solo quello. Uno sguardo strano di intesa che mi ha dato fastidio. Sinceramente avevo pensato che ci fosse qualcosa ma ho detto a mio figlio solo “stai attento”» ha aggiunto mamma Tina.

Le ultime parole di Luca sono state: «“Mamma, fammi i funghi chiodini tanto tra un po’ torno”, poi ha detto “ciao ma'” e non l’ho più visto».

Foto in copertina: Angelo Carconi per Ansa

Leggi anche: