Manuel Bortuzzo si mette al volante e torna a Roma: «Finalmente la patente»

Ora il nuotatore tornerà ad allenarsi a Roma, «senza più scuse»

Manuel Bortuzzo, il nuotatore rimasto paralizzato alle gambe a seguito di una sparatoria a Roma, è tornato al volante, come mostra una foto pubblicata su Instagram da papà Franco. Una vittoria per Manuel che non si è mai perso d’animo e che proprio di recente ha raccontato la sua storia nel libro Rinascere.

Pochi giorni fa aveva annunciato che il 3 dicembre avrebbe sostenuto a Treviso l’esame per la patente B speciale, la licenza che permette di guidare alle persone con una disabilità.

«Oggi finalmente la patente, per me sinonimo di libertà! Questa è la sfida più semplice degli ultimi 10 mesi». Il giovane nuotatore ha poi parlato ai microfoni di NewsMediaset dell’auto, una Jeep Renegade regalata dai proprietari della concessionaria De Bona, dove lavora il padre: «Già due mesi dopo l’incidente il concessionario mi aveva promesso in regalo un’auto speciale tutta per me. Io gli ho detto: basta che sia nera, perché nero è il mio colore preferito. Questa è perfetta».

Fonte: Instagram | Foto di Franco Bortuzzo

A Vicenza papà e figlio hanno ritirato l’auto con la quale si recheranno a Roma dove il nuotatore tornerà ad allenarsi «senza più scuse». «Questo Natale voglio passarlo in famiglia e fare un gesto nobile per le persone meno fortunate di me» ha concluso il nuotatore.

Foto in copertina: Franco Bortuzzo | Instagram

Leggi anche: