La (nuova) frase sessista dello Chef Vissani: «La cucina non è un posto per donne»

«Le donne non ce la fanno fisicamente. Io sono 50 anni che sono dentro le cucine e non capisco ancora le donne dove sono», dice lo chef

La cucina non è un posto per donne. A dirlo è Gianfranco Vissani, intervistato durante la trasmissione Show Food, un programma di Radio Radio. Al massimo, secondo lo chef, le donne potrebbero occuparsi di pasticceria.

«I locali gourmet fanno pentolini piccolini per cui ci vuole agilità, ma per chi fa i numeri ci vogliono i pentoloni», dice lo che durante la trasmissione radiofonica. «Io le donne le ho, ma stanno in pasticceria. Io dico: prendete una casseruola con doppio fondo in acciaio e voglio vedere sulla mantecazione le donne», dice con aria sfidante lo chef.

«Quando fai la mantecazione ci vogliono le spalle – prosegue Vissani – Io ho una brigata di trenta cuochi, ho otto donne e crollano tutte. Le donne non ce la fanno fisicamente. Io sono 50 anni che sono dentro le cucine e non capisco ancora le donne dove sono».

Ma non è la prima volta che Vissani fa questa uscita. Già lo scorso settembre, intervistato su Radio Capital durante Tg Zero, lo chef aveva avanzato sostenuto che il lavoro nelle cucine dei ristoranti fosse troppo faticoso per le donne, ragion per cui la cucina sarebbe un posto per uomini. E anche in quel caso, il loro posto era quello della pasticceria.

Leggi anche: