Fabrizio Corona esce dal carcere: sconterà la pena in un istituto di cura

Per il giudice la patologia di cui soffre «non può essere curata adeguatamente» in una casa di reclusione

Fabrizio Corona ha lasciato il carcere di San Vittore: sconterà la pena in un istituto di cura vicino a Monza. A stabilirlo il giudice della Sorveglianza di Milano, Simone Luerti, che ha deciso di concedere a Fabrizio Corona il «differimento della pena» nella «forma umanitaria».


Per il giudice, in sostanza, ci sono le «condizioni soggettive e oggettive» per consentire a Corona di curarsi fuori dal carcere e ai domiciliari in un istituto perché la patologia di cui soffre «non può essere curata adeguatamente» in una casa di reclusione.

Il differimento della pena è stato concesso al momento «in via provvisoria», poi toccherà ad un collegio di magistrati ed esperti della Sorveglianza confermare la decisione.

«Corona dovrà sottoporsi a un programma di cure importante e serio», ha detto il legale del “re dei paparazzi”. Corona soffrirebbe di disturbi della personalità, associati a tendenze narcisistiche e a episodi depressivi.

L’uomo era stato condannato a nove anni e otto mesi, di cui ha scontato cinque anni e cinque mesi in carcere. Era stato ammesso a misure alternative, ma il beneficio gli fu revocato in seguito ad alcune violazioni, alcune delle quali durante delle ospitate nei programmi televisivi.

Leggi anche: