Renzi insiste: «Nessun incontro tra me e Salvini a casa di Verdini»

Il leader di Italia Viva ha negato di aver incontrato il leader leghista nella villa di Denis Verdini al Pian dei Giullari, sui colli fiorentini

«Non c’è stato nessun incontro a Casa Verdini. Lo abbiamo detto e ridetto. Ma la verità non importa. Così vincono le fake news, così perde il giornalismo. E tu che puoi fare oltre a smentire?». 

A scriverlo è il senatore e leader di Italia Viva Matteo Renzi sul suo account Twitter, negando nuovamente l’indiscrezione apparsa nei giorni scorsi sul quotidiano La Stampa. Secondo l’indiscrezione, i due Mattei (Renzi e Salvini, ndr) si sarebbero incontrati nella villa di Denis Verdini al Pian dei Giullari, sui colli fiorentini. 

Secondo il quotidiano torinese «Renzi si sarebbe mostrato guardingo rispetto agli scenari che si apriranno, ma anche tentato dall’idea di un nuovo reset che congeli tutto e scongiuri una sua emarginazione: con un voto immediato, si bloccherebbe una riforma elettorale penalizzante per lui e non entrerebbe in vigore la riforma per la riduzione dei parlamentari».

Le smentite dei due Mattei

Entrambi gli interessati, nei giorni scorsi, han negato l’incontro. «A differenza di quanto scritto da La Stampa Renzi e Salvini non si sono incontrati a Firenze, meno che mai nella casa di Denis Verdini», si legge nella prima nota di smentita pubblicata dall’ufficio stampa di Italia Viva.

«I due senatori – prosegue la nota – si sono invece incrociati in Senato come peraltro rivelato dai numerosi giornalisti presenti in occasione della seduta parlamentare. Ma non vi è stato invece alcun incontro toscano. E meno che mai si è bevuto Chianti in una casa privata. La notizia è totalmente falsa». 

Immediata anche la smentita da parte del leader della Lega Matteo Salvini che, durante una diretta su Facebook, ha dichiarato: «Ho tanti difetti, ma se devo sorseggiare un rosso lo faccio in buona compagnia: non ho mai incontrato Renzi nemmeno per 12 secondi. Non sento Renzi, non vedo Renzi. Ho altre frequentazioni, altre scelte di vita. Sono tutte invenzioni giornalistiche».

Foto copertina: Ansa / Fabio Frustaci

Leggi anche: