Casapound, torna online la pagina ufficiale. Da Facebook studiano le prossime mosse: «Valutiamo le opzioni disponibili»

La pagina dell’associazione di estrema destra era stata disattivata lo scorso 9 settembre

È stata riattivata la pagina Facebook di Casapound, dopo la sentenza del Tribunale civile di Roma di ieri 12 dicembre. Sulla pagina sono stati pubblicate in mattinata due post con la notizia della riattivazione e il messaggio: «Siamo tornati».

«Abbiamo rispettato l’ordinanza del tribunale – ha detto un portavoce di Facebook – e ripristinato la Pagina e il Profilo in questione». Il Tribunale ha accolto il ricorso di Casapound, dopo che erano state disattivate la pagina ufficiale e il profilo del suo amministratore lo scorso 9 settembre.

In occasione delle disattivazioni, Facebook aveva stabilito che le pagine relative a Casapound non rispettavano le «regole della comunità». Regole che sono rimaste invariate da allora, e che quindi porteranno ora i responsabili del social network a valutare il da darsi: «Stiamo esaminando la decisione e valutando le opzioni disponibili».

La pagina Facebook di Casapound è stata riattivata «qualche minuto prima della mezzanotte», si legge in un articolo sul sito Il primato nazionale, postato sulla pagina social di Casapound. Ad essere riattivati sono stati anche – si legge – il profilo personale e la pagina pubblica dell’amministratore Davide Di Stefano.

Leggi anche: