Ndrangheta, spunta la promessa di cinquantamila euro a Nicola Adamo (Pd)

A contattare lo storico leader del Pd calabrese, Giamborino ex consigliere regionale ed affilato alla locale di Piscopio

L’ex consigliere regionale del Pd  Pietro Giamborino è l’esponente politico che nell’inchiesta della procura di Catanzaro che ha portato all’arresto di 334 persone appare più inserito nella ndrina dei Mancuso. Giamborino, infatti, risulta “formalmente affiliato alla locale di Piscopio”.

Ma tra i nomi che rischiano di pesare di più – soprattutto sulle prossime Regionali – c’è quello di Nicola Adamo, storico leader del Pd calabrese. Adamo è accusato di traffico di influenze (quindi non di un legame diretto o indiretto con i clan).  Eppure, dicono le carte, si sarebbe fatto promettere cinquantamila euro per provare ad aggiustare una sentenza del Tar.

Nel capo di imputazione dell’ordinanza di custodia cautelare che ha portato in carcere 334 persone, si spiega che il tramite per aggiustare una sentenza contro un’impresa locale sarebbe stato proprio Pietro Giamborino, ex consigliere pd e vero e proprio affiliato.

Giamborino avrebbe contattato Adamo. E Adamo avrebbe poi promesso di intervenire sul Tar e su un giudice in particolare. Nessun collegamento diretto dunque, ma resta il fatto che il tramite sarebbe proprio un esponente politico affiliato. Elemento che rischia di pesare, e molto, sulle prossime regionali.

Leggi anche: