Usa, 16 anni di carcere per l’uomo che incendiò una bandiera Lgbtq

Adolfo Martinez, 30 anni, è stato condannato a 15 anni per aver commesso un crimine d’odio, a 1 anno per uso avventato di esplosivo e a 30 giorni per comportamento molesto

Adolfo Martinez, l’uomo dell’Iowa (Usa) che diede alla fiamme una bandiera arcobaleno simbolo della comunità Lgbtq+, dovrà scontare 16 anni di carcere.


Martinez, 30 anni, è stato condannato a 15 anni per aver commesso un crimine d’odio, a 1 anno per uso avventato di esplosivo e a 30 giorni per comportamento molesto. A riportare la notizia è il Des Moines Register.

L’uomo era stato arrestato ad agosto. La bandiera incendiata sventolava fuori da una Chiesa ad Ames.

Fonte immagine di copertina: Lgbtqnation.com

Leggi anche: