Sondaggi: Lega salda al 31,5%. Cresce Forza Italia e M5s. Stabile la maggioranza di governo

Il il 38% degli italiani esprime un giudizio positivo sul governo, giudizio in crescita dell’1% rispetto a fine novembre

La fine delle contraddizioni nella maggioranza di governo viste nel corso dell’iter parlamentare della legge di Bilancio ha condizionato le intenzioni di voto degli italiani, favorendo una ripresa di consenso per il Conte II che si traduce in una sostanziale stabilità tra tutte le forze politiche a tre mesi dall’insediamento dell’esecutivo.


Fonte: Ipsos per Corriere della Sera

La fotografia che ne esce dal sondaggio realizzato da Ipsos per il Corriere della Sera mostra una Lega che detiene saldamente il primo posto tra le forze politiche, con il 31,5%. Lieve calo dello 0,4% dunque rispetto alla rilevazione del 28 novembre.

Stabile anche Fratelli d’italia che si attesta al 10,3% lasciando sul terreno uno 0,3% rispetto allo scorso mese. Giova al centrodestra unito la crescita di Forza Italia di oltre un punto percentuale: oggi è al 7,4% (era al 6,2% il 28 novembre). Ciò significa che, se si votasse oggi, il centrodestra unito arriverebbe al 49,2%.

Quanto alla maggioranza di governo, stabile il Pd al 18,2% (perde lo 0,1 rispetto alla precedente rilevazione). Ma è considerevole il calo dalle elezioni europee, quando aveva preso il 22,7%. Trend positivo per il M5s che guadagna oltre un punto percentuale rispetto al mese scorso portandosi al 17,7%.

Stabile anche Italia Viva di Matteo Renzi che si conferma al 5,3%. Perde invece lo 0,8% Azione di Carlo Calenda che dal 2,3% del 28 novembre passa all’1,5%.

Oggi il 38% degli italiani esprime un giudizio positivo sul governo, giudizio in crescita dell’1% rispetto a fine novembre. Il 48% dà invece una valutazione negativa (in flessione di 4 punti). In definitiva l’indice di gradimento sale da 42 a 44.

Le altre forze politiche

Tra gli altri partiti, stabile +Europa con l’1,2%, in calo Europa verde che passa dal 2,3% all’1,8% e perde qualcosa anche Sinistra italiana – Articolo Uno che dal due della precedente rilevazione scende fino all’1,7%.

Leggi anche: