Tragedia di Corso Francia, Gaia e Camilla morte sul colpo. L’autopsia: nessun segno di trascinamento

Esclusa l’ipotesi che le due giovani siano state colpite da altre auto in corsa lungo Corso Francia

Gaia e Camilla, le due 16 anni travolte dall’auto guidata da Pietro Genovese, sono morte sul colpo. Questo è quanto emerge dall’autopsia che ha accertato l’assenza di segni di trascinamento, una circostanza che dunque esclude l’ipotesi che le due giovani siano state colpite da altre auto in corsa lungo Corso Francia, a Roma.


Stando all’esame autoptico, le due sedicenni sono morte in seguito allo sfondamento della scatola cranica causato dall’impatto con l’auto. Alcuni presunti testimoni dell’investimento avevano ipotizzato, ieri, che dopo la prima auto le due ragazze fossero state colpite anche da altre vetture sopraggiunte, una ipotesi che ora è possibile scartare con certezza.

Sullo stesso tema: