Se a Natale il sindaco obbliga i suoi cittadini a essere buoni: ecco l’ordinanza della Vigilia

Lucchi chiede ai suoi concittadini di guardare «il bello che c’è nelle persone» invitandoli, poi, a riempire di «gioia tutti quelli che incontrano»

Non è uno scherzo. A Berceto, piccolo centro di montagna di Parma, il sindaco Luigi Lucchi ha pubblicato un’ordinanza nella quale chiede ai suoi concittadini di guardare «il bello che c’è nelle persone» invitandoli, poi, a riempire di «gioia tutti quelli che incontrano».


Ecco l’ordinanza numero 83, a poche ore dal Natale, trasmessa anche al Prefetto di Parma e alle forze dell’ordine.

L’ordinanza

Cosa dice l’ordinanza

«Richiamato l’articolo 3 dello Statuto dove si indica anche che il Comune ha come finalità favorire il pieno sviluppo della persona umana e il soddisfacimento dei bisogni collettivi» e «considerato che spesso tensioni e litigi inutili dettati da individualismo ed egoismo» danneggiano la comunità ma «ritenuto che l’animo di tutti gli uomini sia buono e che occorrerebbe sempre di più guardare il bello delle persone», ecco l’ordine per i cittadini a guardare solo al bello e riempire di gioia il prossimo. 

Il sindaco, in realtà, non è nuovo a ‘provocazioni’: nel novembre del 2016 ha celebrato, con tanto di tomba con effigie, i funerali di Paperon de’ Paperoni con un consiglio comunale straordinario. L’obiettivo? Accendere i riflettori sulla crisi dell’economia mondiale e sui tagli ai piccoli comuni.

Questa volta, invece, intende richiamare l’attenzione sui principi che dovrebbero essere alla base del Natale.

Foto in copertina: Luigi Lucchi | Facebook

Leggi anche: