Fiume di soldi per Apple, Amazon e Facebook: 692 miliardi di ricavi per i colossi della rete solo nel 2018

Se fossero un Paese, guardando solo ai ricavi, sarebbero uno dei 20 Paesi più ricchi del mondo

Amazon, Apple, Facebook, Microsoft, Netflix e Alphabet, la holding di cui fa parte Google. L’Osservatorio sulle piattaforme online di Agcom ha analizzato quanto queste società sono riuscite a guadagnare nel 2018.

Leggendo solo i dati relativi dai ricavi, i numeri si avvicinano al Pil di un intero Paese. Anzi, al Pil di uno dei 20 Paesi più ricchi del mondo. Secondo la classifica stilata dal Fondo Monetario Internazionale infatti la Svizzera (al 20° posto per il Pil) arriva a 709 miliardi di dollari come Pil, in euro sono l’equivalente circa di 634 miliardi.

I dati diffusi da Agcom sulle piattaforme online

Ll’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha fornito anche tutta una serie di numeri per definire meglio le proporzioni di tendenze che già si potevano intuire.

Queste piattaforme online mostrano un’elevata globalizzazione. Quasi metà del fatturato infatti viene realizzato fuori dal continente di origine. Un dato molto diverso da quello che Agcom riporta per le compagnie di telecomunicazioni tradizionali, per cui la percentuale dei ricavi all’estero si ferma al 15%.

L’altro dato, rilevante, riguarda il monopolio. Le piattaforme analizzate hanno almeno il 30% di quote, a livello globale, nel mercato in cui operano. Un valore che per le società concorrenti colloca molto in alto la soglia per il break-even, il punto di pareggio tra investimenti e ricavi: oltre 50 miliardi di euro nell’e-commerce e oltre 20 miliardi per un motore di ricerca.

Leggi anche: