Iraq, due esplosioni vicino l’ambasciata Usa: colpita base con soldati americani

Torna altissima la tensione nella zona della capitale irachena controllata dall’esercito americano

Una forte esplosione è stata sentita nella zona verde di Bagdad, l’area fortificata dove si trova anche l’ambasciata Usa. Secondo Sky news, l’esplosione avrebbe bloccato la strada che porta proprio all’ambasciata americana. Secondo Reuters che cita fonti della polizia locale, sull’area sarebbero stati lanciati due missili Katyusha.

Subito dopo le esplosioni, diversi elicotteri americani sono stati visti alzarsi in volo. Secondo il sito Conflict News, uno dei due razzi si è abbattuto sulla Zona Verde e un altro vicino alla base aerea di Balad dove si trovano soldati americani. Non vi sono al momento notizie di vittime.

Le sirene hanno immediatamente suonato nella base aerea al-Balad di Baghdad, che ospita sia diplomatici sia truppe americane, secondo fonti dell’AFP. Gli Stati Uniti temevano contraccolpi contro le basi in cui le loro truppe sono schierate in tutto l’Iraq a seguito dell’uccisione del generale iraniano Qasem Soleimani nella capitale irachena. L’attacco arriva nel giorno dei suoi imponenti funerali.

Sullo stesso tema: