Napoli: spesi 35 milioni a gennaio, mai successo prima. Basterà?

Lobotka arriva domani. Già preso Demme, ecco come cambia la squadra di Gattuso

Il calendario è nemico, domani comincia il tour de force a casa della lanciatissima Lazio di Simone Inzaghi, ma il Napoli cerca la clamorosa rimonta per conquistare almeno l’Europa League (oltre che andare avanti in Champions, avversario il Barcellona).

Per farlo Adl ha messo mano al portafoglio come mai in precedenza, almeno nel mercato di gennaio. Domani sarà a Villa Stuart per le visite mediche Stanislav Lobotka, il mediano del Celta Vigo tanto voluto da Giuntoli. Costo: 20 milioni fissi più 3 di bonus. A questa vagonata di milioni si sommano i 12 investiti per portare in azzurro il centrocampista Demme, già in città anche se non ancora ufficializzato.

Visualizza questo post su Instagram

🌞

Un post condiviso da Diego Demme (@diegodemme) in data:

Ritorno al passato. E all’equilibrio

I due saranno presumibilmente a disposizione già dalla prossima settimana quando al San Paolo sarà di scena la Fiorentina di Chiesa.
Gli innesti di Lobotka e Demme permetteranno, in teoria, a Gattuso di schierare di nuovo un vero schermo davanti alla difesa, fin troppo picchettata dagli avversari in questa prima metà della stagione. La facilità di gol dell’Inter al San Paolo, con centrocampo sistematicamente saltato, è la cartina di tornasole delle difficoltà difensive degli azzurri, alle quali ora si cerca di mettere un argine.

L’utilizzo (difficile quello’ contemporaneo) di uno dei nuovi acquisti permetterà ad Allan (che non può giocare con continuità davanti alla difesa) di tornare ad agire da interno destro di centrocampo, mentre Zielinski e Fabian Ruiz (entrato nel mirino dei tifosi con fischi assordanti) si contenderanno una maglia sull’interno di sinistra. Un po’ di equilibrio in più sperando di sterzare e ritrovare la retta via. D’Europa.

Foto di copertina Ansa

Leggi anche: