Il Barcellona sceglie Setien. Milan meno ‘spagnolo’: via Reina, a breve pure Suso. Il punto

Esonerato Valverde, i catalani ripartono dall’ex Betis. Il Diavolo cambia faccia…

Sono le ore della Spagna, almeno sul fronte calciomercato. Il terremoto interno al Barcellona porta Quique Setien, ex tecnico del Betis, sulla panchina blaugrana dopo cinque ore di vertice in cui, non senza attriti tra gli stessi soci, è stato defenestrato Ernesto Valverde. L’allenatore è stato silurato dopo aver vinto due campionati, ma anche abbandonato (e in malo modo) le ultime due edizioni di Champions contro Roma e Liverpool. Il Barcellona non esonerava un allenatore a metà stagione dalla bellezza di 17 anni.

I catalani sono andati su Setien, che firma un biennale, dopo aver incassato almeno tre no: tra questi quello di Xavi, attualmente operativo in Arabia Saudita (si era parlato anche di un contatto con Allegri).

Uno spagnolo, Pepe Reina, vola invece dal Milan all’Aston Villa. E’ un prestito, al pari di quello di Begovic, ufficialmente nuovo vice-Donnarumma del Diavolo. E, ancora, sono le ore di Suso, lo spagnolo infelice di stanza a Milanello. Emarginato dalle sue prestazioni e, da ultimo, dal nuovo modulo scelto per Ibra (4-4-2), l’esterno è in uscita. Non servono più i 30 milioni di euro chiesti in estate. Ne bastano una ventina, la Roma ci pensa, anche se i rossoneri non accettano contropartite (Under).

Foto di copertina Ansa